HUMANIZATION OF TIME

E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un'ora sola alla sua vita?   

And which of you  by being  anxious can add a  single hour to his span  of life?                  

Matteo 6,25-34

                         

In "Humanization of the Time" she takes inspiration from her experience in the fashion system and uses this as a metaphor of our society. The works of this cycle are made by using fashion items in dysfunctional ways. With this project, the artist calls to slow the swirling rhythms of our life style, in order to appreciate the real value of ideas and to reconnect to the natural cyclical rhythm of things.

Per il progetto "Humanization of the Time",l'artista si ispira alla sua esperienza lavorativa nel sistema moda, utilizzando questa come metafora della nostra società, realizza una serie di opere servendosi degli elementi del fashion in maniera disfunzionale.Con questo progetto l'artista chiede di rallentare i ritmi vorticosi del nostro stile di vita per apprezzare il reale valore delle idee e riconnetterci al ritmo ciclico naturale delle cose.

 

 

  

 

           IL SENSO 0 IL TEMPO (2015)

Video sound-color '30

 

 

The images are a succession of nervous frame and the sounds that propagate are metallic and dissonant echoes. The video puts the audience in front of the metropolitan reality bringing to question the theme of Time and Life of what that eventually remains. 

 

 

 

Le immagini sono un susseguirsi di frame nervosi e i suoni che si propagano sono echi metallici e dissonanti.Il video pone lo spettatore di fronte alla realtà metropolitana portandolo a interrogarsi sul tema del Tempo, della Vita di ciò che alla fine rimane.

 

 

The sense ‘0’ the Time

 

When a human being is generated, from the darkness where he is located, his heartbeat provokes the disclosure of the individual, vouching for his presence. The entity who lives has his own rhythm that beats in the middle of millions of different sounds, thus to declare his own Self. Everyone has his own internal time, and the internal time of everyone generates the natural time of the whole world. However, nowadays we live in an accelerated reality that has replaced the seconds with nanoseconds. A reality that is in relentless haste, on the run from itself, at war with its own time. This reality makes you short-sighted, it grinds on you and, in this coercive perception, you can only run. In spite of this, the more you run the more you rescind the time you have at your disposal. You no more perceive your own natural sound and, instead of it, you sense a relentless hysterical tightness. Therefore you experience the world’s suffering and chaos inside your heart. Once enclosed by an inhumane and charming Time, you linger into a relentless race until you die and simply stop. Within this state of stillness and by the exact perception of the present, you are able to acknowledge Life. We own the Senses to relate ourselves to the world and we have possession of the Sense ‘0’; we own the Heart to perceive the Time.

II senso “0” il Tempo

 

Quando un essere viene generato il battito del cuore dal buio di dove si trova lo fa emergere testimoniando la sua presenza. L’essere che vive ha un proprio ritmo che batte in mezzo a milioni di suoni differenti affermando il proprio Se.Ognuno ha un proprio tempo interno e il tempo interno di ognuno genera il naturale tempo del mondo.Ma oggi viviamo in una realtà accelerata che ha sostituito i secondi con i nanosecondi. Una realtà che corre sempre più veloce, in fuga da se stessa in guerra con il proprio tempo.Realtà che ti rende miope e ti opprime e in questa percezione coercitiva puoi solo correre, ma più corri più annulli il tempo a tua disposizione.Non avverti più il tuo suono naturale ma una tensione tachicardica continua, sentendo la sofferenza e il caos del mondo dentro il cuore Rimani in perenne corsa in un Tempo inumano e affascinante finchè non muori e semplicemente ti fermi .Da questo stato di immobilità dall’esatta percezione del presente avverti la Vita.Si hanno i Sensi per relazionarsi con il mondo e si ha anche un Senso “0” si ha il Cuore per percepire il Tempo.

           SHORTCOMING (2014)

Installation 110x70 cm 


Silk jacket-skirt embroidered Maison Gianfranco Ferrè

 

 

Shortcoming (ˈʃɔːtˌkʌmɪŋ)   n   a failing, defect, or deficiency

 

This installation is a clear and ironic critique of the fashion industry world.The installation shows an archive clothing item of the brand Gianfranco Ferrè on the floor, depleted of the body that animated it before; a woman body who personifies the historic brand that has now been closed.

 

 

Shortcoming 1 manchevolezza f., difetto m. 2 (deficiency) deficienza f., mancanza f.

 

L’installazione è un esplicita ed ironica critica al fashion system. L’installazione mostra un capo di archivio della maison Gianfranco Ferrè a terra svuotato dal corpo che prima lo indossava ; il corpo mancante impersonifica la storica maison ormai chiusa da tempo. 

           IGNAVIA (2015)

DURATION : 1 HOUR- 45 MINUTES


 MILAN FASHION WEEK

 

 

This performance is part of the series of works: HUMANIZATION OF TIME. The artist in this series is inspired by the fashion system as a metaphor of our society and realized a series of work using the element of fashion in dysfunctional manner.  With this performance the artist ask to decrease the whirlwind pace of our lifestyle for appreciate the real values of ideas.

 

Ignavia is a performance inspired by the Third Canto of the Divine Comedy. According to Dante, the Ignavi were those who lived “without disgrace and without praise.” They are the souls of the ones who lived without doing neither good nor bad things, never took a stand and accepted everything that was offered and imposed on them. By the law of Counter-Penalty, they are condemned to chase forever after a white flag, completely naked. The performance took place during Milan Fashion Week.The artist wears a white dress, created by her.  The printed neoprene kimono shows the most important brands of the fashion industry. The print has a fading and inside out effect, as if the names touched the garment very quickly and superficially.These faint, evanescent and vague imprints illustrate the frantic series of fashion shows that overturned the cyclical nature of seasons.The artist holds in her hand the first dress she created in her career of fashion designer. It’s a personal memory that fills the performance with meaning.In front of Armani and FENDI headquarters in Milan,  the artist stands still in the middle of traffic for 1 hour and 45 minutes.She lets everything else go by, circulate around her in a blur, while journalists, bloggers and pedestrians surround her are filming the performance with their phones. 

Questa performance fa parte del progetto : HUMANIZATION OF TIME

Per questo progetto si ispira al sistema moda come metafora della nostra società e realizza delle opere utilizzando gli elementi del fashion in maniera disfunzionale. Con questa performance l'artista chiede di rallentare i ritmi vorticosi del nostro stile di vita così da apprezzare il reale valore delle idee.

 

Ignavia è una performance ispirata al III° cantico della Divina commedia. Per Dante gli Ignavi erano coloro che vissero “sanza’ nfamia e sanza lodo” Anime che in vita non operarono ne’ il bene ne’ il male, non prendendo mai posizione e accettando ogni cosa proposta e imposta. Per contrappasso sono condannati per l’eternità a correre nudi dietro una bandiera bianca.La performance è stata realizzata durante la Milan fashion week. L’artista indossa un kimono in neoprene stampato, la stampa mostra i marchi delle più importanti maison del sistema moda,  in dissolvenza e rovesciati, come se i nomi fossero venuti in contatto con il capo velocemente e in modo superficiale. Queste lievi impronte evanescenti e confuse testimoniano il susseguirsi vorticoso delle sfilate che ha sovvertito la ciclicità delle stagioni. L’artista ha in mano il primo abito realizzato nella sua carriera da fashion designer , è un ricordo personale che si riempie di significati in questa performance. Dinnazi al quartier generale prima di Armani e poi di Fendi a Milano, l’artista in mezzo al traffico rimane immobile per un'ora e 45 minuti , lasciando che tutto intorno a lei scorresse vorticosamente,i giornalisti, i blogger e i passanti riprendono la performance con i cellulari. 

           CAPITALE UMANO (2015)

Installation 140x60 cm 


Aluminum, calculator Olivetti, red marker, sponge

 

 

  

Capitale Umano (Human Capital ) is a installation.

The large semi-reflective aluminum sheet is the slate on which to write the 'human capital' of each individual, the lived seconds until then moment.  Starting from date of birth and following the conversion table in seconds, the artist invites the audience to make the calculation with the old calculator Olivetti of the second lived. Once they have the result the number will be write with red marker on the plate. The paper roll is the register of H-Capital.

The installation wants to be a message of awareness on the most important and most precious possession, our time.

Capitale umano è un istallazione.

La grande lastra di alluminio semiriflettente è la lavagna su cui scrivere il Capitale Umano di ciascun individuo, i secondi vissuti fino a quel momento. Partendo dalla propria data di nascita e seguendo la tabella della conversione in secondi, l’artista invita a fare il calcolo dei secondi vissuti con la vecchia calcolatrice Olivetti. Una volta ottenuto il risultato si scriverà il numero con il pennarello rosso sullalastra e ci si specchierà. Così il pubblico ripeterà ogni volta il gesto. Il rotolo di carta del calcolatore sarà il registro in essere del Capitale.

L’installazione vuole essere un messaggio di consapevolezza sulla ricchezza più importante e più preziosa, il nostro Tempo.

  

  • Twitter Clean
  • w-facebook
  • w-googleplus